MAGNETISMO


Il magnetismo è una risorsa presente in natura sul nostro pianeta indispensabile ad ogni forma di vita. La cellule del corpo umano, come una batteria, hanno una carica elettrica disposta lungo la membrana, ne deriva che la cellula possegga un campo elettrico e, soprattutto, un campo magnetico proprio. La magnetoterapia influenza lo stato delle singole cellule, ovvero il loro stato elettrico. In questo modo, gli ioni all'interno delle cellule vengono influenzati dal campo creato dai magneti e l'alterazione del flusso potenziale elettrico che ne consegue migliora la trasformazione e l'assimilazione dell'ossigeno.

 

Avvicinando al nostro corpo una sorgente capace di erogare un campo magnetico con le frequenze necessarie, le cellule, captando quelle ad esse più consone, si “ricaricano”. Dalla constatazione che le cellule danneggiate vanno incontro ad alterazione del loro potenziale di membrana, gli impulsi magnetici della magnetoterapia statica riescono a ripolarizzare le cellule, riequilibrando la permeabilità della membrana stessa (ovvero le funzioni delle cellule vengono migliorate in seguito ad un uso maggiorato di ossigeno), con la conseguenza di determinare una rapida azione di rigenerazione dei tessuti ossei e cutanei, stimolare l'assimilazione del calcio nella cura dell'osteoporosi, migliorare la circolazione sanguigna e sono in grado di stimolare la produzione di endorfine da parte del sistema neurovegetativo, con conseguente riduzione del dolore associato ai vari stati patogeni ed una efficace azione sedativa ed anti-infiammatoria. In seguito all'aumentata vascolarizzazione, si incrementa l'attività biologica complessiva dell'organismo.